LAGO DI GARDA

CULTURA



 

            

La Rocca di Riva

Sede del Museo Civico, la Rocca risale al 1124, quando si trovano le prime note in merito alla costruzione di un “castrum novum”. Quattro torri angolari, sede anche della Pinacoteca, si trova in pieno centro della città e si può ammirare sui quattro lati. Est, nord e ovest passeggiando attorno all’antico fossato, a sud da un grande parco alberato che confina con il lago. Vi si accede dall’antico ponte levatoio. Chiuso il lunedì in periodo invernale, dalle 10 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 18 tutti i giorni (lunedì compreso) da luglio a settembre.

 

 

 

 

 

 

            

Castello di Arco

La rupe col castello domina l’intero territorio del Garda trentino, le cui pareti conservano ancora i resti delle cannonate dell’esercito di Napoleone Bonaparte. Delle quattro porte di accesso iniziali, oggi è visibile solamente quella di “Transfora” (o Stranfòr), anticamente dotata di ponte levatoio. Riprodotto in un acquerello di Albrecht Dűrer esposto al Louvre, il castello di Arco è il simbolo stesso della città con il suo ciclo d’affreschi profani del Trecento che raffigurano dame intente a giocare a scacchi. Da aprile a settembre dalle 10 alle 19.

 

 

 

 

 

            

Castel Drena

Una torre merlata alta trenta metri è il simbolo dominante di questo maniero con vista dall’alta sulla piana delle Marocche (un fenomeno glaciale) di Dro e il Garda trentino. Sotto le sue mura scorre il Rio Salagoni, stupendo canyon attrezzato con una via ferrata. Di costruzione romanica, in chiara posizione strategica tra le valli del Sarca e di Cavedine (chiuso il lunedì), è visitabile tutto l’anno ed è sede di numerose mostre ed esposizioni di artisti locali.

 

 

 

 

 

   



PARTNER