TRENTO

I CASTELLI DEL TRENTINO



 

 

 

            

                                 Castel Thun

 

Situato a Vigo di Ton (chiuso il lunedì), è uno degli esempi più belli di architettura castellana trentina. In posizione dominante sull’intera Valle di Non, fu edificato verso la metà del XIII secolo. Sede di una delle famiglie più potenti del Trentino, i Thun, che lo abitarono fino al 1992. Significative espressioni del castello sono la porta spagnola e la stanza del Vescovo. Oggi è sede staccata del Museo del Buonconsiglio. 

 

 

 

 

 

               

 

                        Castello di Rovereto

Importante sede del Museo Storico Italiano della Guerra, Castel Rovereto è una roccaforte medioevale assurta a luogo della memoria storica. Iniziato dai Conti di Castelbarco tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo quale presidio feudale in Vallagarina, il castello dì Rovereto possiede in mostra una delle carrozze di servizio di Francesco Giuseppe. Qui, fino al 1961, era custodita “Maria Dolens”, la campana dei caduti oggi posta sul colle Miravalle e nota come campana della Pace. Chiuso il lunedì.

 

 

 

 

 

 

                  

    

                              Castel Beseno

 

Il più vasto complesso fortificato del Trentino è oggi sede di mostre e spettacoli in costume di chiaro successo. Domina la Valle dell’Adige esattamente a metà strada fra Trento e Rovereto, fu teatro di battaglie storiche fra trentini, veronesi e veneziani fu donato dai proprietari, i Conti Trapp, alla Provincia di Trento nel 1973. La casetta della polveriera, la torre dell’orologio e il granaio, i luoghi significativi del complesso feudale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                     

                                                  Castel Noarna


Si erge a Nogaredo e fu teatro di un famoso processo alle streghe che portò al rogo cinque donne. Domina anch’esso la Vallagarina, ed è oggi una rinomata cantina con oltre 35.000 bottiglie di vino. Nella cappella di San Ruperto si possono ammirare gli affreschi voluti dall’architetto Solari, l’artefice della sua costruzione, in perfetto stile barocco. Aperto da maggio a ottobre solo in orari prestabiliti (10 - 12.30, 15.30 - 19) il sabato e la domenica, per gruppi solo su prenotazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

                  Castello di Sabbionara d’Avio

La cinta muraria, le cinque torri, il palazzo padronale e il Mastio imponente fanno si che il FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) lo annoveri tra i suoi beni. La casa delle Guardie custodisce affreschi trecenteschi con scene di guerra, mentre nella famosa “Stanza dell’Amore” ubicata nel Mastio se ne trovano altri di rara bellezza. Si narra che avrebbe accolto gli sposi Autari e Teodolinda. Ceduto dai Conti di Castelbarco ai Veneziani, che poi lo restituirono nel XVII secolo, il castello fu in seguito donato al FAI.
Aperto da marzo a settembre con orario 10 - 18. Chiuso nei giorni di lunedì e martedì.

 

 

 

 

 

 

 

                                Castel Stenico


Sede espositiva del Museo del Buonconsiglio, Castel Stenico si erge a baluardo della Val Giudicarie. Eretto oltre duemila anni fa dall’antica popolazione degli Stoni, la storia è legata ai principi vescovi di Trento, i quali da qui amministravano la giustizia. Vuole la leggenda che nella torre della “fame” i prigionieri fossero lasciati morire di stenti, le cui anime oggi nelle notti di luna piena vagano ancora inquiete. Fu sede nel 1829 dell’Imperial Regio Giudizio della Valle. Visitabile dal 20 novembre al 5 marzo, solo di sabato e domenica dalle 9.30 alle 17.

 

 

 

 

 

 

                   Castello del Buonconsiglio



Situato a Trento è il maggiore complesso del Trentino. Antica residenza dei principi vescovi dalla seconda metà del XIII secolo fino al 1803, il castello del Buonconsiglio deve il suo nome all’incontro delle comunità (anticamente Malconsey, il piccolo colle su cui sorgeva). Da “castrum romanum” a fortezza, è stato la sede del processo agli Irredentisti italiani Cesare Battisti, Fabio Filzi e Damiano Chiesa. Di proprietà della Provincia di Trento che lo ebbe nel 1974 dallo Stato Italiano, il castello del Buonconsiglio ospita oggi il Museo provinciale dell’Arte. La Torre dell’Aquila, gli affreschi della Sala grande, il reliquario di S. Apollinare sono solo alcune delle magnificenze che vi si trovano. Dal 15 maggio al 18 novembre orario 10 - 18, chiuso i lunedì non festivi, il 25 dicembre e il 1° gennaio di ogni nuovo anno.

 

 

           

 

 

 

 

                             Castel Toblino

Rocca cinquecentesca circondata dal lago omonimo, probabilmente il più famoso e conosciuto castello del Trentino. Eretto su di una penisola dalla quale si ammira il lago, all’interno oggi funzionano bar e ristorante. Come tutti i castelli vanta le sue leggende: qui, in particolare, si dice abitassero delle fate. Nel portico è presente una lapida murata, definita unica dell’età epigrafica romana dall’archeologo Paolo Orsi. Bernardo Clesio nel XVI secolo lo riedificò completamente, divenendo residenza apprezzata dai principi vescovi di Trento, i Madruzzo in particolare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



PARTNER